Meeting Alpe Adria, raccontato da Fiodor IZ7YBG

Tornando dall’Austria, dopo lo YOTA CAMP, decisi di fermarmi per qualche giorno da mia zia a Basiliano (UD), in modo tale da poter passare anche un po’ di tempo con il mio amico Riccardo IV3CVN, che guarda caso, abita nello stesso paese!

Essendo tornato dall’Austria entusiasta del progetto HAMNET (rete radioamatoriale WIFI in banda 5,7 Ghz) e sapendo che gli OM della zona 3 non sono di certo nuovi alle microonde, avevo intenzione di presentare tutto ciò, in maniera informale, alla sezione ari di Udine.

Prontamente, Riccardo si è subito proposto per accompagnarmi in sezione la sera successiva e presentarmi qualche “boss”. Detto fatto! Tanto per cambiare, coinvolgo anche Matteo IU3EES che, si è fatto un bel po di km da Conegliano per prendere qualche Spritz insieme a noi.

Parlando con il presidente e qualche altro socio interessato all’HAMNET, io e Riccardo veniamo invitati a presentare il progetto YOTA e qualcosa di tecnico a riguardo del WIFI durante il meeting Alpe Adria.

Fortunatamente, sono riuscito a far coincidere i miei impegni scolastici con la presenza al meeting e, prontamente domenica 16 ottobre io e Matteo IU3EES ( oramai ha preso la doppia residenza hihi) ci dirigiamo verso Villa Manin (Codroipo, UD), dove troviamo già Riccardo e vari soci di IQ3UD. Poco dopo giungono sul posto anche Alessandro IU4FNO e suo padre Giuliano IU4FNP da Reggio Emilia.

Durante il meeting sono strati trattati argomenti interessanti, uno dei quali -nuovo modo digitale per eme QRA64- è risultato comprensibile solo per gli addetti ai lavori (matematici ed ingegneri), ma, permettetemi di dirlo, mi ha fatto, ancora una volta, comprendere quanto siamo piccoli rispetto a ciò che ci circonda e quanto sia affascinante – ma spesso a livelli molto complessi – la scienza.

Dopo la pausa caffè ci raggiungono Martin e suo padre Cristian IN3EYI.

Ecco, brevemente, una lista degli argomenti trattati:

– Antartide in pillole: Francesco IV3TMM ci ha mostrato un po di basi sparse nell’ Antartide, spiegandoci anche come, quando e perché sono presidiate e, per cui, ci può essere la possibilità di trovarle ON AIR.

– IoT (Internet of Things): Roberto IV3GKE ci ha resi consapevoli della direzione nella quale ci sta portando la tecnologia. Al giorno d’oggi si può dire che nulla e connesso ad internet rispetto a TUTTO ciò che lo sarà nei prossimi anni. Lui, giustamente, ha voluto applicare questa tecnologia (oramai ampiamente disponibile ed economica) per automatizzare in maniera casalinga una stazione radio e, anche, renderla controllabile da remoto.

– QRA64: Nico IV3NWV ha presentato il lavoro svolto insieme a K1JT per sviluppare il nuovo modo per comunicazioni digitali via luna che, può, decodificare segnali fino a circa -30 dB, insomma un argomento complesso ma impressionante.

Infine, come promesso, io e Riccardo abbiamo presentato il progetto YOTA, facendo anche un resoconto di quella che si può definire una vera e propria crescita esponenziale del gruppo italiano. Abbiamo mostrato alcune foto salienti di vari eventi YOTA e, anche dei filmati realizzati durante lo YOTA CAMP in Austria.

Io ho anche speso qualche parola sull’ HAMNET, ma, abbiamo, con piacere, scoperto che i radioamatori della zona IV3 hanno già maturato ampie conoscenze nell’ambito delle reti WIFI wan per scopi di protezione civile.

Gli spettatori si sono subito dimostrati interessati nei confronti di entrambi gli argomenti e, molti, ci hanno fatto domande o dato la loro disponibilità par aiutare il progetto YOTA a progredire, ognuno con le proprie conoscenze ed abilità.

Il tempo è tiranno ed è scaduto, è ora di premiare i vincitori del contest Alpe Adria 2016, tra i quali compaiono Alessandro IU4FNO con il padre Giuliano e Stefano IU1GHC, complimenti!

Ci resta il tempo per fare qualche foto, prima di salutare Cristian, Martin e Matteo che non si fermeranno per pranzo.

E’ stata una bella giornata, piacevolmente trascorsa in compagnia di un bel po di youngsters e dei simpati OM della sezioni di Udine. Sono molto felice di aver conosciuto Alessandro IU4FNO, giovane radioamatore pieno di idee e voglia di fare, a presto!

Fiodor, IZ7YBG


Aggiungo:
Il 40° Meeting Alpe Adria svoltosi la scorsa domenica 16 ottobre, ha visto la partecipazione di un folto gruppo di nostri Youngsters.

Complice anche la presenza di Riccardo IV3CVN, padrone di casa e socio della locale Sezione di Udine che organizza il meeting, è stato possibile presentare alla platea in generale il nostro progetto e entrare nel dettaglio di alcune idee specifiche – come HamNet – che interessano particolarmente i giovani presenti.

Davvero ottima l’iniziativa che ha visto promuovere una classifica Youngsters nel Contest AlpeAdria, con la quale sono stati premiati i giovani maggiormente attivi nella manifestazione. Una forma spontanea del gruppo organizzatore che dimostra che l’attenzione verso i nuovi OM va anche oltre le iniziative “ufficiali” del gruppo YOTA.

Tra i presenti nella cornice unica di Villa Manin c’erano i nostri: Riccardo IV3CVN, Fiodor IZ7YBG (che sono stati i relatori del progetto), Alessandro IU4FNO, Matteo IU3EES e Martin 2op IN3EYI.
La loro organizzata presenza ha portato lustro e in alto il nome del nostro gruppo YOTA. Grazie Ragazzi!

Silvio IZ5DIY