Siamo già arrivati al terzo giorno di YOTA 2019, oggi il programma ci ha visto protagonisti di una presentazione sulle attività YOTA in Italia dell’ultimo anno, in particolare sul Camp di Montecassino.

Abbiamo poi terminato la lezione di Rohde & Schwarz sulla strumentazione RF, in particolare oscilloscopi e analizzatori di spettro (modulazioni, teorema del campionamento e molto altro).

Nel pomeriggio ci siamo spostati alla stazione contest LZ5R, una impressionante stazione con 6 torri e uno shack da spavento

Tutta la stazione è automatizzata e controllata da PC, ogni postazione può utilizzare tutte le antenne, accoppiarne di differenti in qualsiasi combinazione

Successivamente abbiamo visitato lo stabilimento Milara dove realizzano robot di precisione per l’industria dei semiconduttori, dal tetto spunta una imponente torre: la fabbrica infatti è la stazione originale LZ5R, poi spostata a qualche chilometro di distanza a causa del grosso QRM creato dalle industrie limitrofe.